Categoria: Notizie

La valutazione del Rischio Sismico nei Luoghi di Lavoro

La valutazione del Rischio Sismico nei Luoghi di Lavoro

“Il rischio sismico nel Documento di Valutazione dei Rischi, ovvero l’importanza della corretta valutazione degli elementi strutturali e non strutturali” sarà il tema trattato, nel quarto appuntamento, dall’ing. Stefano Crivelli, Presidente NETPRO S.O. Roma, il prossimo 26 febbraio, in modalità telematica con inizio alle ore 15:00.

Rischio Sismico nei luoghi di lavoro: guida alla stesura del DVR

Rischio Sismico nei luoghi di lavoro: guida alla stesura del DVR

Nonostante il Testo Unico della Sicurezza (D.Lgs. 81/08) lo richieda chiaramente, la valutazione del rischio sismico nei luoghi di lavoro è ancora vista come un fastidioso “orpello”, senza comprendere fino in fondo la vera natura catastrofica che un terremoto porta con se.

Di esempi ve ne sono stati fin troppi in questi ultimi anni, per cui diventa fondamentale rendere consapevoli Datori di Lavoro, ma anche Dirigenti Scolastici o Funzionari di una PA, di quanto sia importante integrare il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) con l’analisi del Rischio Sismico (non solo sulle componenti strutturali ma anche su tutti gli elementi non strutturali ed impiantistici).

All’interno dell’ampia trattazione sul tema si riporta anche l’analisi di un documento che reca “Indicazioni per la stesura del Documento Standardizzato di Valutazione dei Rischi”, elaborato dal Comitato Regionale di Coordinamento del Veneto . Le Linee di Indirizzo si sviluppano attraverso una analisi guidata dei rischi mediante “check-list” tematiche, strutturate attraverso identificazione, valutazione, verifica degli interventi di prevenzione e gestione del rischio.

Il Catasto online si rinnova: dal 1° febbraio 2021 atti, visure, mappe ed elaborati sulla nuova piattaforma SIT

Il Catasto online si rinnova: dal 1° febbraio 2021 atti, visure, mappe ed elaborati sulla nuova piattaforma SIT

Dal prossimo 1° febbraio entra in scena il Sit (Sistema integrato del territorio) che custodirà gli atti e gli elaborati catastali registrati nel sistema informativo dell’Agenzia delle Entrate

Il futuro passato della scuola: quando la pandemia mette a nudo le “crepe” dell’edilizia scolastica

Il futuro passato della scuola: quando la pandemia mette a nudo le “crepe” dell’edilizia scolastica

Attualmente, secondo l’Anagrafe Nazionale dell’Edilizia Scolastica (fonte “Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca”), il patrimonio di edilizia scolastica “pubblica” è composto da 40.160 edifici “attivi”: strutture edilizie che rappresentano l’elemento fondamentale e integrante del sistema scolastico, alle quali, per stessa asserzione del Ministero, vanno assicurati uno sviluppo qualitativo e una collocazione sul territorio adeguati alla costante evoluzione delle dinamiche formative, culturali, economiche e sociali (Art. 1, Legge n.23/1996).

Connessioni e fissaggi strutturali nella costruzione e adeguamento di edifici prefabbricati con criteri antisismici

Connessioni e fissaggi strutturali nella costruzione e adeguamento di edifici prefabbricati con criteri antisismici

Grazie alla Fischer Italia ho aperto i lavori del Seminario organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Roma in cui si è parlato di “Connessioni e fissaggi strutturali nella costruzione e adeguamento di edifici prefabbricati con criteri antisismici”.

In Italia solo il 3,2% delle case è ‘green’, ma il trend è in crescita – edilportale.com

In Italia solo il 3,2% delle case è ‘green’, ma il trend è in crescita – edilportale.com

L’attenzione all’ambiente e alla salute costituiranno sempre di più i fattori trainanti della qualità delle trasformazioni urbane, oltre che dei singoli edifici.

È quanto emerge dalla Ricerca “Abitare Verde: tendenze in atto e futuri drivers di mercato” realizzata da Nomisma e Pentapolis, presentata nei giorni scorsi a Roma, presso la Casa dell’Architettura.