Aumentano le detrazioni per i privati ora al 50% per installazione impianti fotovoltaici – ambientebio.it

Categories: NotizieTags: , Author:

fotovoltaico1-300x336L’Agenzia delle Entrate ha diffuso una risoluzione nella quale stabilisce che i privati possono ottenere una detrazione del 50% per l’installazione degli impianti fotovoltaici. L’Agenzia precisa che per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013  ”la percentuale di detrazione del 36% è elevata al 50% e il limite di spesa di euro 48.000 a euro 96.000 (art. 11, comma , del d.l. n.83 del 2012).

L’Agenzia ha sottolineato inoltre che gli incentivi non sono cumulabili. “La normativa di riferimento, dunque, disciplina in modo esplicito i divieti di cumulo della tariffa incentivante con determinate altre misure, mentre nulla dispone circa la incompatibilità fra lo scambio sul posto e altri benefici.- si legge nella risoluzione- Il Ministero, in base alla normativa richiamata e considerando, altresì, che lo scambio sul posto è un meccanismo che realizza la riduzione dell’assorbimento dell’energia dalla rete, ritiene che lo stesso sia cumulabile con la detrazione fiscale di cui trattasi e che conclusioni analoghe possono essere raggiunte anche con riferimento al ritiro dedicato”.

Alle detrazioni possono accedere solo i contribuenti che hanno installato un impianto fotovoltaico per utilizzarlo a fini domestici, ne sono invece esenti coloro che lo utilizzano per attività commerciali. “La possibilità di fruire della detrazione in esame– viene specificato nella risoluzione- è comunque esclusa quando la cessione dell’energia prodotta in eccesso configuri esercizio di attività commerciale, come nel caso, ad esempio, in cui l’impianto abbia potenza superiore a 20 kw ovvero, pur avendo potenza non superiore a 20 kw, non sia posto a servizio dell’abitazione (cfr. ris. n. 84/E del 2012, ris. n. 13/E del 2009, cir. n. 46/E del 2007).

Per quanto concerne le certificazioni, i contribuenti non sono tenuti a presentare “una specifica attestazione dell’entità del risparmio energetico derivante dall’installazione dell’impianto fotovoltaico”.  Secondo l’Agenzia delle Entrate, considerando che alla lettera h) del comma 1 dell’art. 16-bis del TUIR il Ministero dello Sviluppo Economico non ha vincolato la nozione di risparmio energetico a particolari tipologie di impianto, se ne deduce che l’installazione di un impianto a energia solare, in quanto fonte rinnovabile, rappresenta automaticamente una riduzione della prestazione energetica dell’edificio. Bisogna invece conservare le abilitazioni amministrative previste dalla legge o un’apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

Fonte [ambientebio.it]

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *